tags

  • jovareview
  • Dischi
  • The Clash

Sandinista!

DATA2014

Chi come Lorenzo è nato negli anni '60 è cresciuto sapendo che esistono i generi musicali. Poi nel dicembre del 1980 arriva Sandinista! dei Clash ed ecco che cambia tutto.
Forse i Clash pensavano solo di fare un disco "sperimentale", ma quello che ottennero con le 36 canzoni di questo LP fu qualcosa di molto più importante: abbatterono le barriere tra generi e stili, costringendo il mondo intero a rimettere in discussione i riferimenti musicali e culturali dati per buoni fino a quel momento. Rock and roll, blues, gospel, musica giamaicana e jazz, funk, rap e persino accenni di disco music, tutto frullato in un disco coraggioso e “sbagliato”, che non ebbe successo né di pubblico né di critica, disorientando anche i fan duri e puri della band.
Il tempo ha però dato ragione ai Clash, capaci con questo album di innescare un vero e proprio “Big Bang”, un'esplosione creativa dalla quale ha preso vita una musica completamente nuova, fonte di nutrimento per “i nostri gusti, le nostre radio e le nostre ispirazioni e le nostre playlist per i successivi trent'anni”. Che altro dire... quello di Lorenzo per Sandinista! è proprio un amore disperato.

Video suggeriti

Graceland
Paul's Boutique
Ologramma per il re
Cent'anni di solitudine
Terre Rare